Disturbi d'ansia

Disturbi d'ansia

"Nego i ricordi peggiori, richiamo i migliori pensieri, vorrei
ricordassi tra in drammi più brutti che il sole esiste per tutti"
Il sole esiste per tutti - Tiziano Ferro



Provi un senso crescente di allarme e di pericolo? Eviti le situazioni temute? Hai manifestazioni fisiche e fisiologiche quali tensione muscolare, tremore, sudorazione, palpitazione, vertigini, tachicardia, nausea? tendi a preoccuparti eccessivamente per qualsiasi cosa?

Allora potresti soffrire di ansia.

La paura è una delle nostre sensazioni più primitive e generalmente svolge la funzione adattiva di allertare e permettere all’organismo di fronteggiare situazioni di pericolo, incrementando la sua capacità di gestire la realtà e di sopravvivere.
Quando però supera un certo limite, la paura diviene patologica, ovvero si trasforma da risorsa in impedimento esistenziale e limite, invalidando il funzionamento dell’individuo. Infatti la persona che sperimenta l’ansia in maniera acuta, spesso sviluppa un’intensa paura di sperimentare nuovamente situazioni simili. Si innesca dunque un circolo vizioso in cui la persona resta intrappolata: le soluzioni al problema sperimentate (ad esempio evitando le situazioni o i luoghi temuti, facendosi accompagnare negli spostamenti, monitorando continuamente il proprio corpo) non fanno altro che radicare il disagio e renderlo più intenso.

In base alle strategie messe in atto dalla persona per controllare e ridurre l’ansia e la paura, i disturbi d’ansia possono assumere varie forme:

  • Fobia specifica (paura di guidare, di volare, degli animali, etc...)
  • Disturbo di panico
  • Disturbo di ansia generalizzata
  • Disturbo da ansia sociale
  • Ipocondria
  • Concediti di fallire
  • Impara a dire “no

STRATEGIE per gestire l' ansia:

  • Delimitate l' ansia: trovate un momento della vostra giornata durante il quale evocare il più possibile le vostre paure e le vostre ansie. Ingigantirle ed evocarle volontariamente, infatti, paradossalmente, finirà col ridurle.
  • Concedetevi piccoli piaceri: E’ consigliabile trovare quotidianamente dei momenti per ritrovare se stessi e per staccare dal mondo e dalle sue preoccupazioni.
  • Scrivete: se state attraversando dei periodi particolarmente carichi di ansia, un’altra utile strategia, è quella di mettere “nero su bianco” i propri vissuti, pensieri, preoccupazioni. La scrittura, infatti,rappresenta una buona valvola di sfogo e permette di esternalizzare ansie, paure, sentimenti di rabbia.

E se hai affrontato questa problematica, mi farebbe piacere se tu avessi voglia di condividerlo: la tua esperienza può essere d’aiuto per molte persone. Lascia un commento nella mia Pagina Facebook

"L'ansia è come una sedia a dondolo: sei sempre in movimento, ma non avanzi di un passo"

J. Picoult (scrittrice)

Il mio Blog

Alcuni consigli e articoli che possono esserti utili

Dicono di me

Hai bisogno di un aiuto per vivere a pieno la tua vita?